Autorità Portuale di Levante

Levante Port Authority is the Port Authority of the Port of Bari, Port of Barletta and Port of Monopoli.

Visit Levante's Port Authority Blog here

Porto di Bari

Il Porto di Bari è situato a nordovest della città vecchia ed i suoi confini sono compresi ad ovest dal molo San Cataldo ed a est dal nuovo molo Foraneo. Collocato a Sud-Est dell’Italia e tradizionalmente considerato porta dell’Europa verso la penisola Balcanica ed il Medio Oriente, è uno scalo polivalente in grado di rispondere a tutte le esigenze operative. La multifunzionalità operativa del Porto di Bari può contare su banchine attrezzate per la movimentazione di ogni tipo di merce e su una eccellente rete di collegamenti con ogni modalità di trasporto. Anche grazie a tali caratteristiche il Porto di Bari è stato indicato quale “terminale occidentale” del “Corridoio 8”, la direttrice plurimodale trans-europea che collegherà l’Europa meridionale al Mar Nero attraversando Albania, Macedonia e Bulgaria.
Il Porto di Bari è un porto polivalente: nel suo bacino, di circa 285 ettari, sono infatti comprese:

  • Banchine attrezzate per ogni tipo di traffico commerciale (rinfuse solide e liquide, containers, merci in colli, prodotti siderurgici, prodotti della foresta ecc.);
  • Banchine al servizio di navi traghetto ro-ro;
  • Banchine per navi da crociera e relative sistemazioni per i croceristi;

In aggiunta a quelli operanti in porto, nelle sue immediate adiacenze esistono un frigorifero per la conservazione di prodotti congelati e surgelati ed una vasta area al servizio dei containers per deposito, riparazioni, riempimento/svuotamento ecc.

La polivalenza del porto, retaggio della vocazione mercantile del popolo barese, è oggi agevolata dal suo allacciamento diretto alla rete ferroviaria ed a quelle stradali ed autostradali, che consentono il rapido collegamento con tutti i centri industriali, agricoli e commerciali dell’Italia meridionale.
Questa circostanza, unitamente all’assortimento delle infrastrutture, ha conservato a Bari il ruolo di uno dei più importanti scali commerciali del Sud nei rapporti con i mercati della penisola balcanica e del Medio Oriente suoi sbocchi naturali per antica tradizione.

L’attuale sviluppo di banchine operative è di circa ml 2.500 mentre gli spazi a ridosso sono ampi 260.000 mq.

Al termine dei lavori in corso per realizzare, nell’area sud-ovest del bacino, la colmata di Marisabella si disporrà di ulteriori 1000 metri di banchine con fondali di 12,5 metri oltre a 350.000 mq di spazi per deposito merci e sosta di veicoli.

E’ di tali spazi che necessita soprattutto il Porto di Bari che a motivo della sua posizione geografica ha un traffico eminentemente di collegamento ro-ro con l’opposta sponda adriatica, la penisola balcanica separata da un braccio di mare di appena 200 chilometri.

Con un’area così vicina che comprende paesi quali Croazia, Federazione Jugoslava, Albania, Romania, Bulgaria e Moldavia, l’avammare del Porto di Bari, che giunge sino alla Turchia europea, ha un totale di circa 70 milioni di abitanti potenzialmente legati all’economia pugliese.

Porto di Barletta

Il Porto di Barletta è classificato di seconda categoria, prima classe. Ospita traffico industriale e, come previsto dal Piano Operativo Triennale[9] dell'Autorità Portuale del Levante, il 21 luglio 2009 è stata attivata la prima linea traghettuale per servizio passeggeri tra i porti di Barletta e Durazzo. Si tratta di un bacino totalmente artificiale delimitato da due moli asimmetrici e convergenti, uno di ponente e uno dilevante, distanti all'imboccatura 450 metri. I moli sono posti ad una distanza minima all'imboccatura di 450 metri tra loro; i fondali sono costituiti da sabbia e fango, raggiungono una profondità massima di 6,60 metri e permettono l'approdo di imbarcazioni di lunghezza totale pari a 165 metri.[11] Il molo di levante non è attualmente operativo pertanto tutte le operazioni portuali si effettuano su quello di ponente che risulta articolato in quattro bracci:

  • braccio molo di ponente;
  • braccio molo centrale;
  • primo braccio molo di tramontana;
  • secondo braccio molo di tramontana.

I fondali del bacino portuale sono costituiti da sabbia e fango. È uno dei più apprezzati dell' Adriatico per ampiezza di bacino e sicurezza. Grazie ai numerosi insediamenti industriali presenti nei territori vicini, il porto costituisce un notevole punto di interscambio commerciale.

Attualmente il porto è specializzato nel commercio di un'estesa pluralità di merci tra cui le più importanti dal punto di vista commerciale risultano essere:

  • sostanze rinfuse solide, quali il cemento, la pietra, la sabbia, l'argilla;
  • sostanze rinfuse solide alimentari, quali il grano, il sale, la farina;
  • prodotti chimici, quali il concime, il polietilene;
  • prodotti liquidi alla rinfusa, quali benzina verde e gasolio

http://www.aplevante.org/porti/accesso-porto
http://www.aplevante.org/porti/accesso-porto/richiesta
http://gaia.aplevante.org/
Per informazioni sul rilascio dei permessi di accesso:
[email protected]

Contact

Tel: 080 5788511
Fax: 080 5245449
e-mail: [email protected]
Website: http://www.aplevante.org/